Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

Contemplare i piccoli fatti (5): vedere la vittima


Quali che siano i fatti essi sempre sollecitano la vittima in noi, colei che subisce l'accadere.
La vittima è una dimensione peculiare della mente, una sua interpretazione che, se non vista o malintesa, preclude ogni accesso alla realtà profonda.
Attraversare la giornata identificati con il paradigma della vittima significa produrre senza sosta rabbia e frustrazione: questa disposizione vela la realtà e nulla di essa cogliamo se non il rumore di fondo prodotto da noi stessi.
Non c'è sguardo profondo, non c'è apertura sulla dimensione contemplativa del vivere se la vittima si interpone tra noi e la realtà.
Vedere la vittima, essere consapevoli dell'assurdità di quel punto di vista, rammentare che tutta la realtà è creata dal nostro sentire, non da qualcun altro, ci potranno ricondurre alla lucidità ed ad una qualche neutralità: da lì ricominceremo il cammino incontro alla contemplazione come possibilità.

Immagine tratta da: http://incontroallinfinito.blogspot.it/2013_12_01_archive.html

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...