Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

La bulimia del niente, il ritrovare sé, l'orizzonte della contemplazione


Prendo lo spunto da questo post di Francesca in Comunità del Sentiero.
Tra un anno sarà operativa qui, a San Costanzo, la Casa del Sentiero contemplativo.
Sarà un luogo di vita semplice, essenziale, radicata nel quotidiano e nella contemplazione dell'accadere.
Sarà un porto per coloro che hanno bisogno di un ormeggio al loro interiore.
C'è un bisogno alto nelle persone di trovare le fondamenta del vivere: la bulimia del niente ha creato un vuoto e la necessità di colmarlo.
Ciò che oggi offriamo, e che domani si arricchirà della possibilità di soggiornare per periodi anche lunghi nella Casa del Sentiero, è la possibilità di imparare ad entrare dentro di sé senza paura, gestendo i fantasmi interiori e andando oltre.
Più in là di sé c'è uno spazio sconfinato accessibile soltanto attraverso la porta dei propri limiti, della propria piccola umanità.
L'accesso alla dimensione della contemplazione richiede l'integrazione senza riserve del proprio umano limite: accolto questo, ciò che noi chiamiamo contemplazione è la possibilità di vivere nella semplicità dell'affrancamento da sé.

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...