Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

Albertazzi, il mestiere dell'attore e la contemplazione inconsapevole


Spero ieri sera abbiate visto l'intervista di Giorgio Albertazzi a Fabio Fazio; se l'avete persa la trovate qui: Giorgio Albertazzi - Che tempo che fa del 11/05/2014
Verso la fine dice una battuta esilarante: "Le cosce delle donne dimostrano l'esistenza di Dio!", ma non è di questo che voglio parlare.
In merito al mestiere dell'attore afferma (cito a memoria): "C'è l'attore che recita le parole di un'altro e c'è quello che è quelle parole, che è attraversato da esse".
In un altro passaggio afferma: "Il teatro conduce al silenzio udibile".
Albertazzi parla, con parole sue, di quella che noi chiamiamo l'esperienza della contemplazione; parla di un processo alchemico che l'attore vive ma non va oltre.
Cosa accade all'attore "che non recita le parole di un altro"? Accade il suo scomparire come soggetto recitante e l'affermarsi in sé di una corrente, un flusso, una ispirazione che lo conduce, lo rende "il parlante", veicolo trasparente di una volontà non sua.
Scompare il portatore di nome e si afferma il sentire, la coscienza ed è questa che conduce a rappresentazione la parte: la figura fisica che vediamo sul palcoscenico è solo il mezzo di questo processo che noi chiamiamo dell'attraversamento, natura intima dell'esperienza della contemplazione.
Questa esperienza è vissuta da molti artisti, in tutti i campi dell'arte; è vissuta anche da molte persone in ambiti non artistici, ma quasi da nessuno è chiamata con il suo nome perché la nostra cultura non riesce ad immaginare la vita dell'uomo oltre la mente e perché ignora cosa sia l'esperienza della contemplazione.
I discorsi fumosi che i religiosi e i mistici fanno in merito alla contemplazione, non aiutano certo il mondo laico a districarsi nella fenomenologia di questa, né a riconoscerla come tale.

Immagine da: http://goo.gl/b7wPCX

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...