Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

Gaza: non rimanere inermi di fronte all'orrore, esprimere insieme una volontà di cambiamento radicale


Tra un'ora partirò per l'intensivo a Fonte Avellana, ma non posso partire senza deporre un seme di speranza.
Guardavo ieri sera il telegiornale, le immagini da Gaza, seduto sulla poltrona e ho provato orrore per quei fatti e per me, seduto, inerme.
Questo articolo sintetizza molto lucidamente la situazione in cui si trovano gli abitanti di Gaza.
Comprendo anche l'angoscia di tanta parte del popolo israeliano, la morsa dentro la quale si trova, l'incombenza che tutto rende precario, il bisogno di sicurezza di stabilità.
In un altro post parlavo di un grumo d'odio che non evolve.
Siamo destinati a rimanere impotenti, paralizzati, inermi di fronte a tanta tragedia per tanta gente?
Che cosa cambia la realtà?
La nostra intenzione la cambia; avere intenzioni comuni, coltivarle nel proprio intimo, se possibile comunicarle, cambia la realtà.
Ciò che accade è storia di due popoli, ma è anche storia di tutti i popoli e di tutti gli esseri umani: la storia è creata dalle intenzioni, dal sorgere di una volontà comune che germoglia forte e salda nel proprio interiore.
Da lì, dal proprio interiore, troverà canali e rivoli attraverso cui manifestarsi per giungere anche a coloro che non hanno orecchi e occhi rivolti a ciò che accade dentro di loro.
Se la situazione è questa, è perché non siamo sufficientemente focalizzati su di una possibilità altra, su di una volontà altra, su di una intenzione altra.
Come accade per altri drammi, quello degli immigrati che attraversano il canale di Sicilia ad esempio, ci stiamo difendendo dall'incombere di fatti che ci sembrano troppo grandi per noi, così facendo non mettiamo in atto una intenzione univoca e comune e permettiamo che le scene del reale scorrano ripetendo tragedie senza fine.

Immagine da: http://goo.gl/2FFvjB

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...