Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

Reiniziare da ciò che si ha, sapendo che diverrà altro se sapremo imparare da esso



L'estate declina e dell'autunno sono già sorte le forze; chi si è concesso un periodo di riposo torna al consueto, alle relazioni conosciute e, tante volte, usurate.
Ciò che abbiamo nel quotidiano è ciò che è necessario per i nostri processi interiori: la routine dei giorni e dei mesi è l'officina in cui veniamo plasmati e trasformati nell'identità e nel sentire.
Possiamo reiniziare, ricominciare con nuova forza, nuova determinazione, nuova dedizione alle scene che si presentano e ci chiedono:
- di discernere, senza giudicare;
- di accogliere, perché nulla di ciò che viene è sbagliato in sé;
- di riconoscere la sfida, l'insegnamento esistenziale che ogni fatto, ogni incontro porta;
- di saperci interrogare su quella sfida;
- di essere disposti a cambiare reazione, approccio, processo, risoluzione.
Ciò che viene è ammantato di ferialità e di banalità ma se viene osservato, capito e compreso diviene un fattore creativo senza limite e un agente di trasformazione a cui nulla di noi sfugge e che tutto plasma.

Immagine da http://wp.me/p41Mb9-gd

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...