Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

Il lento, quotidiano lavoro di cesellatura su di sé



Ci sono stagioni in cui nemmeno lo scalpello basta, ce ne sono altre in cui il quotidiano porta il suo instancabile stimolo, la sua provocazione anche, affinché noi ci si veda e si affronti quella o quell'altra sfumatura che richiede di essere affrontata consapevolmente, con la delicatezza necessaria al particolare.
In questi casi, evidentemente, la comprensione è già in uno stato avanzato e non serve sgrossare; è invece necessario un lavoro di cesellatura, di attenzione minuta, perché non siamo scivolati sul grossolano,  abbiamo trascurato un dettaglio e quello denuncia il non ancora finito, la comprensione che non è matura, completa, giunta a termine.
Più il nostro sentire si amplia e più la nostra attenzione, il nostro lavoro quotidiano è sul piccolo, su quello che un tempo avremmo definito trascurabile e che invece oggi richiede tutta la nostra cura.
Il muratore prima costruisce la struttura della casa, poi la definisce nei dettagli, infine l'abbandona, ma fa questo solo quando sente che la sua opera è giunta a compimento.

Immagine da http://url.ie/wyqj

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...