Archivio di post sul quotidiano nella via spirituale.
Visita il Sentiero contemplativo per gli aggiornamenti recenti.

I 25 anni di Hubble e le scimmie antropomorfe



L'occhio di Hubble scruta da 25 anni l'universo conosciuto, l'immensità dei mondi oltre il nostro, oltre ciò che gli occhi possono vedere.
Quando, nella stagione calda, osservo le formiche, sempre mi chiedo se loro mi vedono e, se si, come mi percepiscono, ma non ho una risposta.
Vedo l'immensità del cosmo e, simultaneamente la nostra piccolezza, le nostre cattiverie, i nostri egoismi, le nostre ottusità, la nostra spiritualità primitiva, infantile, tagliata sulla misura dei nostri bisogni e delle nostre paure.
Siamo scimmie antropomorfe munite di una coscienza rudimentale, sciocchi come maschi di pavone con l'ormone girato.
Guardo poco il cielo, qui in campagna, senza inquinamento luminoso, è un'evidenza, una presenza feriale, non suscita alcuna meraviglia quell'immensità; a maggior ragione, quando hai compreso l'ordine in cui stanno le cose, quando guardi il cielo vedi la terra, quando guardi la terra vedi il cielo.
L'alto e il basso uno sono, e quell'uno non è altro da te che non sei altro che un granello di polvere del cosmo infinito.

Cerca nel blog

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...